Accedi al sito
Serve aiuto?

Orostom Complex

FUCUS: deterge come una soluzione di sapone, trova impiego nelle lassità delle gengive, nella pulizia dei denti, ed è la cura migliore per coadiuvare la fisiologica tonicità e funzionalità delle ghiandole tutte, comprese le salivari.         
Composizione: iodio (in forma minerale ed organica), mucopolisaccaridi (come acido alginico, fucoidano e laminarina), polifenoli fra i quali il floroglucinolo, steroli fra i quali il fucosterolo, il tetraterpene fucoxantina, lipidi polari, sali minerali ed oligoelementi.    
Attività gastro-protettive e antiulcera: gli alginati presenti in fucus vesciculosus (dal 15 al 45%) formano un denso gel viscoso che riveste e protegge la mucosa dello stomaco e ne riduce la secrezione acida. Documentata è anche l'efficacia contro il reflusso gastro-esofageo.
Attività antidiabetica: riduce in maniera significativa l'indice glicemico ed il livello di trigliceridi.
Attività anticoagulante: il fucoidano è un polisaccaride solfato molto interessante nel campo dell'emostasi e della coagulazione, per la presenza di solfati sulla sua catena polisaccaridica, strutturalmente simile all'eparina. Al fucoidano viene inoltre riconosciuta azione inibitoria nei confronti dei batteri del cavo orale, ove giunge dal circolo e, attraverso gli sbocchi delle ghiandole salivari si deposita, riducendo di contro la formazione del tartaro.
Attività antibatterica: l’azione antimicrobica è dovuta ad alcuni batteri marini isolati sulla superfice dell’Alga bruna e capaci di sintetizzare antibiotici completamente innovativi come struttura chimica, attivi su Staphylococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa, Escherichia coli ed in grado di combatterne le infezioni.

ACACIA: indicata negli stati infiammatori del cavo orale, negli stati irritativi delle mucose gastroenteriche in quanto emolliente e protettivo.

ORTICA: indicata per curare le emorragie, le infiammazioni gastriche ed intestinali, l'anemia, la calcolosi biliare le le affezioni della bocca. Tra le componenti più importanti citiamo:
La clorofilla: epatoprotettiva e deodorante, svolge un ruolo fondamentale nel ridurre gli odori del corpo inclusi quelli causati da una cattiva digestione (alitosi). Cicatrizzante e favorente la coagulazione è di beneficio nei soggetti emorragici (ad esempio in caso di ulcere gastriche).
Acetilcolina: riduce la produzione ghiandolare salivare (scialorrea).
Xantofilla: svolge attività antinfiammatoria.
Tannini: svolgono attività antinfiammatorie ed emostatiche a carico di pelle e mucose.

CANNELLA: trova impiego nei disturbi irritativi del cavo orofaringeo, nelle stomatiti e gengiviti, riconducibili anche a problemi digestivi.
Tra le sue proprietà più studiate, la spiccata azione antimicrobica che si esplica soprattutto nei confronti dei batteri del cavo orale, in quanto attiva su Streptococcus mutans, Streptococcus sobrinus, Porphyromonas gingivalis e Fusobacterium nucleatum. Utile pertanto nei confronti di carie e placca dentaria.

HYPERICUM: ricco di composti fenolici, in particolare acido clorogenico e acido caffeico, epicatecolo, iperforina e adiperforina. Trova impiego in caso ci sia stato, o si sospetti, un traumatismo a livello delle fibre nervose, o nel caso il dolore derivi da una estrazione dentale; per la presenza dell'iperoside, ha proprietà antinfiammatorie.

CAMOMILLA: composizione: lattoni sesquiterpenoidi, polifenoli, flavonoidi, tannini, terpenoidi, partenolide, guaianolidi, endoperossidi.
I sesquiterpeni lattonici inducono la vasocostrizione della muscolatura liscia in presenza dei mediatori dell'infiammazione; agiscono sulle prostaglandine inibendone la sintesi ed interagiscono nella sintesi e ricezione della serotonina diminuendo la sensibilità al dolore nelle infiammazioni. Polifenoli, flavonoidi, tannini, terpenoidi, partenolide, guaianolidi ed endoperossidi si comportano come antinfiammatori, riducendo sensibilmente la permeabilità delle membrane cellulari. 
I Terpeni hanno la capacità di aumentare l'ossigenazione dei tessuti, favorendo quindi i processi rigenerativi e/o bloccando quelli degenerativi. Il Partenolide svolge la sua azione sostanzialmente regolando e/o inibendo la risposta infiammatoria delle cellule. 
I Guaianolidi e gli endoperossidi svolgono azione antinfiammatoria ed antiossidante.

CLOROFILLA: epatoprotettiva e deodorante, svolge un ruolo fondamentale nel ridurre gli odori del corpo inclusi quelli causati da una cattiva digestione (alitosi). Cicatrizzante e favorente la coagulazione è di beneficio nei soggetti emorragici (ad esempio in caso di ulcere gastriche).
Aumenta la cicatrizzazione dei tessuti.

L'azione di OROSTOM COMPLEX inizia già in cavità orale, dove attraverso Acacia Senegal ed Hypericum Perforatum svolge attività protettiva, emolliente, antinfiammatoria e lenitiva del dolore, specie se legato a traumatismi delle fibre nervose o nel caso derivi da un' estrazione dentale; l'ipericina infatti inibisce gli enzimi responsabili della disattivazione di vari mediatori del sistema nervoso centrale, accrescendo i livelli sierici di serotonina (controllo della soglia del dolore).
L'adesività del prodotto, legata alla presenza degli alginati (Fucus vesciculosus) forma un gel vischioso che protegge la mucosa dello stomaco (riduzione secrezione acida) e agisce sul reflusso esofageo. Il Fucoidano (presente in Fucus vesciculosus), oltre a svolgere un'azione emostatica (catena polisaccaridica strutturalmente simile all'eparina) ha un' azione antinfiammatoria anche in fase acuta.
Assunto, OROSTOM COMPLEX giunge nella cavità orale (ove si deposita) attraverso il circolo ematico e gli sbocchi delle ghiandole salivari, esercitando azione inibitoria nei confronti dei batteri e prevenendo la formazione del tartaro. Inoltre Fucus vesciculosus agisce inibendo Staphylococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa ed Escherichia coli. Cinnamomum zeylanicum (cannella) agisce in ambito orofaringeo nei confronti di Streptococcus mutans, Streptococcus sobrinus, Porphyromonas gingivalis e Fusobacterium nucleatum; è utile pertanto nei confronti di carie e placca dentaria. Importante la presenza dei terpeni in Matricaria Chamomilla, poiché aumentano l'ossigenazione dei tessuti, favorendo quindi i processi rigenerativi e/o bloccando quelli degenerativi. 
Il problema dell'alitosi viene affrontato considerando le cause derivanti dal cavo orale e, più frequentemente, quelle riconducibili a problemi interni (cattiva digestione); agisce in tal senso la Clorofilla.

Di norma i preparati contenenti iodio non debbono essere assunti in maniera continuativa ma, per periodi non superiori a 40-60 giorni, alternando i cicli di somministrazione. Sospendere il trattamento in caso di accertata diagnosi di ipertiroidismo e consultare il medico.

 

ACQUISTA

APPROFONDIMENTO